Il 9 marzo 2015
E’ TORNATO ALLA CASA DEL PADRE

SERGIO DURANTE
1° Commissario Generale Scout e Presidente dell’Associazione dal 1988 al 1991

Sergio Durante - 1° Commissario Generale Scout e Presidente dell'Associazione dal 1988 al 1991

Sergio al primo Campo Scuola dell’Associazione
4 novembre 1976 – Montegemoli di Pomarance (Siena)

Signore e Capo Gesù, che malgrado la mia debolezza mi hai scelto per capo e per custode dei miei fratelli scout, fa che la mia parola e il mio esempio rischiarino la loro marcia nei sentieri della tua legge, che io sappia mostrare loro le tue tracce divine nella natura che tu hai creato, insegnare loro ciò che devo e condurre quelli che mi hai affidato, di tappa in tappa, fino a te, mio Dio, nel campo del riposo e della gioia dove tu hai drizzato la tua tenda e la nostra per tutta l’eternità. Amen

La biografia

Nato a Roma il 26 luglio 1928, ancora in tempo di guerra, giovanissimo Delegato Aspiranti di Azione Cattolica, sotto la guida di Gino Armeni, allora Delegato Diocesano, applicava di fatto il metodo scout nella sua Sezione che agiva in periferia a favore dei bambini poveri dei quali si era già interessato al seguito dei Fratelli delle Scuole Cristiane, suoi educatori. Subito dopo la Liberazione, nel 1944 partecipò insieme a Franco Franchi de’ Cavalieri, Vladimiro Serra e tanti altri, al 1° Corso ed al Campo Scuola Capi realizzati dell’ASCI (AGE) appena rinata e condotti da Mario Mazza, Gino Armeni, Arnoldo Biasini e dall’Assistente Ecclesiastico Don Sergio Pignedoli. Capo Riparto, Capo Clan  e Capo Gruppo, organizzò, tra l’altro, un lungo periodo di servizio in Ospedale per l’assistenza alle persone malate e sole che, nell’immediato dopoguerra, erano veramente tante. Per quindici anni consecutivi fu anche Direttore di Colonie-Campeggio organizzati con la POA per ragazzi dai 12 ai 16 anni scelti tra i più bisognosi. Quei campeggi erano della durata di un mese l’anno e venivano realizzati utilizzando la metodologia scout e quella dell’autogoverno proprio della Città dei Ragazzi. Assistente Ecclesiastico di quei campeggi fu quasi sempre Mons. Antonino D’Ammando, il primo dei Parroci di Roma ad aprire la porta agli Scout d’Europa e loro organizzatore fu Mons. Mario Ottaviani: ambedue sono stati Assistenti Spirituali in Gruppi Scout d’Europa romani. In particolare con Mons. Antonino D’Ammando è stato cofondatore, nella Parrocchia dei SS. Protomartiri Romani, del Gruppo Roma 46, di cui è stato per molti anni il Capo Gruppo. Rivestì vari incarichi in Commissariato Regionale ASCI organizzando e guidando interventi nelle zone alluvionate di Firenze, di Grosseto e del Polesine. Ideò e lanciò le Comunità Scout dei Gruppi ASCI romani, equivalenti ai nostri Commissariati di Distretto. Fu Capo della 1^ Comunità ASCI “Aurelio” e con essa organizzò anche interventi nella zona terremotata di Tuscania e un servizio continuativo per i ragazzi poliomielitici di un Istituto romano retto dai Fratelli delle Scuole Cristiane. Sempre nell’ASCI, fu Commissario di Distretto e Vice Commissario di Zona, più volte Commissario Regionale del Lazio e Consigliere Generale.
Tra i fondatori della nostra Associazione è stato il primo Commissario Generale Scout, dal 1976 al 1983. Riuscì a mettere insieme l’Associazione viaggiando su e giù per l’Italia  in tempi in cui si disponeva di limitatissimi mezzi (il primo fondo cassa fu costituito da £ 50.000 messegli a disposizione dall’allora Assistente Generale Mons. Desiderio Nobels). Partecipò con i primi Scout d’Europa alle operazioni di soccorso nelle zone terremotate del Friuli. Si adoperò in tutti i modi affinché la costituzione delle sezione femminile si realizzasse con guida femminile.
Volle che non si concedessero nomine a vita per l’Assemblea Generale e per il Consiglio Nazionale ai soci fondatori, ritenendo che ogni nuovo Capo avrebbe dovuto essere considerato a sua volta fondatore in virtù del Servizio prestato.
Nel 1980 avviò e coordinò gli interventi associativi nelle zone terremotate dell’Irpinia.
Vice Presidente dal 1984 al 1987 è stato Consigliere Nazionale, membro della Commissione Paritetica Agesci- Scout d’Europa e Presidente dell’Associazione dal 1988 al 1991. Successivamente è stato membro della Pattuglia Nazionale Lupetti fino al 2006. Negli anni successivi, ritiratosi dal servizio attivo, ha continuato a seguire la vita associativa rimanendo censito fino allo scorso anno.
E’ tornato alla Casa del Padre il 9 marzo 2015.

Caricando...