1897-2007: Cento anni di Scautismo
A Roma
numerose le iniziative in programma per
il 22 Febbraio

I circa 5000 componenti dei 53 Gruppi scout dell’Associazione italiana Guide e Scouts d’Europa Cattolici del Lazio celebreranno con molteplici iniziative il 22 febbraio 2007 giorno della nascita del fondatore dello scautismo, Lord Baden Powell.
Quest’anno in particolare coincidono i 150 anni dalla nascita di Baden Powell e quindi durante tutto l’anno nel mondo, in Italia e a Roma, vi saranno una serie di appuntamenti per celebrare il centenario dello scautismo nel fine settimana del 24-25 Febbraio.
La “Giornata del ricordo”, che cade appunto il 22 febbraio, è la prima occasione nella quale ogni Gruppo organizzerà degli eventi speciali in quasi tutti i quartieri della Capitale: da P. zza della Chiesa Nuova, al centro di Roma ( Gruppo Roma 17) sino a Tor Bella Monaca (Gruppo Roma 11)o a Casalotti ( Gruppo Roma 9 ) ecc..

A caratterizzare questa giornata, il cosiddetto BP Day, la Cerimonia del Penny. Questo giorno, infatti, è legato ad un Messaggio di Solidarietà. Nel 1932 una Capo belga, propose che ogni Scout desse «un Penny con un pensiero» e da allora la raccolta dei «Penny» per aiutare lo sviluppo del Guidismo/Scoutismo nei paesi più poveri, è divenuta una parte importante del BP day.

Contemporaneamente a quanto avviene a Roma anche in tutta Europa, l’Unione Internazionale delle Guide e Scout d’Europa – dalla Francia, alla Romania, alla Polonia, alla Spagna, al Belgio, alla Russia, all’Ungheria, alla Slovacchia, alla Germania – farà conoscere le intuizioni educative di questo generale inglese che ancor oggi riesce ad affascinare oltre 200 milioni tra ragazzi e ragazze.

«Centinaia di migliaia – ci dice Giuseppe D’Andrea, Responsabile per la zona ovest di Roma – sono i ragazzi e le ragazze che sono passati per i nostri Gruppi e che ricordano come momenti importanti della loro formazione umana e di fede le attività scout: oggi sono professionisti, madri di famiglia, professori universitari, magistrati o diventati celebri come David Sassoli o Carlo Verdone o sempre tra gli attori, più recentemente Giuseppe Sanfelice, attore (“La Stanza del Figlio”, “Che ne sarà di noi”)».

«Imparare a vivere all’aria aperta, montandosi la propria tenda, accendere il fuoco per cucinarsi, guadare fiumi per poi ritrovarsi la sera accanto al fuoco – spiega Rosario Barone, che ha vissuto lo scautismo da ragazzino a Roma all’Aurelio, e che oggi è Vice Commissario della Federazione Europea – sono esperienze che, ancor oggi, possono aiutare la generazione dei ragazzi della playstation a essere protagonisti della loro vita. E questo lo dobbiamo a Baden Powell».

Per contatti
Tino Redaelli, tel 026261191, fax 02626119255, redaelli@srispa.it
Elena Grazini, tel 3381902436, grazini@srispa.it